Polizia locale di Battipaglia: sanzioni e due daspo urbani
1 Febbraio 2021
SILVIA PISAPIA
Casal Velino, sospesa la sindaca Silvia Pisapia
2 Febbraio 2021

Amalfi, frana costone roccioso a San Biagio

Amalfi fa la conta dei danni

Paura ad Amalfi per una frana sulla statale 163 nel territorio nord a San Biagio. Intorno alle nove e quaranta, è franato il costone roccioso sottostante il rione di Vagliendola, ad Amalfi. Dalle prime indiscirezioni sembra che si stia scavando per accertare che non vi siano persone sepolte. Sul posto i Vigili del Fuoco del distaccamento di Maiori ma anche il sindaco di Amalfi, Daniele Milano, che sta coordinando le delicate operazioni in corso d’opera. Pare che la colata di pietra si è staccata dal costone roccioso che si trova a San Biagio al di sopra del lungomare di Cavalieri in località La Marinella, che ha ricoperto la strada e investendo l’imbocco del tunnel “Matteo Camera” ed il limitrofo parcheggio di un ristorante provocando danni ad auto e strutture. Sono in corso gli scavi per rimuovere i detriti, non ci sarebbero feriti, si procede alla conta dei danni. Al momento l’arteria è chiusa al traffico veicolare e sono stati trovati percorsi obbligati per Positano e Sorrento. Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento di Maiori.

AGGIORNAMENTO
La Protezione civile della Regione Campania è al lavoro, con squadre di tecnici e di volontari, dalle prime ore di questa mattina in costiera Amalfitana e nel Cilento dove a causa delle forti precipitazioni si sono determinati fenomeni di dissesto idrogeologico.
La situazione più critica si registra ad Amalfi per una frana che ha interessato la Statale 163 al kilometro 23,700.
I Vigili del Fuoco che coordinano le operazioni sono sul posto anche con l’ausilio di un elicottero. Si è provveduto, in particolare, al recupero di tre famiglie rimaste bloccate in abitazioni situate proprio nei pressi del luogo della frana. Le famiglie sono state tratte in salvo e si trovano presso una struttura alberghiera di Amalfi. La Statale e la strada di accesso al porto risultano completamente bloccate. Per consentire il rientro a casa degli studenti da Positano sono state predisposte imbarcazioni con il supporto della Capitaneria di Porto.
A Vibonati , nel salernitano, sempre a causa di una frana è stato necessario lo sgombero di alcune abitazioni (circa 20 persone). Sul posto è giunto il direttore generale della Protezione civile, Italo Giulivo, per un sopralluogo tecnico.
Difficoltà anche a Centola (Palinuro) per una frana che ha interessato la Strada Provinciale Centola-Palinuro: al momento si procede a senso unico alternato.
Il Genio civile della Regione Campania (sede di Salerno) è impegnato a San Marzano sul Sarno dove il 31 gennaio scorso si erano verificate tracimazioni in località Marconi a causa dell’alveo intasato prevalentemente da canne, sterpaglie e polistirolo. La protezione civile, anche a seguito di una riunione con il vicepresidente Fulvio Bonavitacola, ha affidato a Sma Campania un intervento urgente di rimozione dei materiali.
La Sala operativa della protezione civile regionale è attiva h24 ed è in continuo contatto con le amministrazioni competenti a supporto dei Comuni.
Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, si tiene costantemente informato e segue l’evolversi della situazione.
comunicato stampa

officina di PaestumTECNOSCUOLA