Nocera Inferiore: detiene piante di cannabis sul terrazzino di casa, denunciato dalla Polizia.
10 Aprile 2020

Carabinieri: arrestato incendiario

I militari delle Stazioni Carabinieri forestale di Salerno, San
Cipriano Picentino e del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e
Forestale hanno tratto in arresto un uomo ritenuto responsabile di diversi eventi di
incendio.
I fatti risalgono alla scorsa estate e sono più precisamente riconducibili ad una serie di
incendi di aree boscate e su terreni incolti verificatisi in diverse località ed orari nei
comuni di Salerno, San Cipriano Picentino e San Mango Piemonte.
Gli accertamenti condotti dai Carabinieri sui singoli eventi hanno fatto emergere la
circostanza che le modalità di accensione e le finalità dei diversi incendi, ovvero la
rinnovazione della vegetazione erbacea ed arbustiva per il successivo pascolo, fossero le
medesime.
Le indagini orientate, pertanto, a ricostruire e tracciare i movimenti delle greggi e delle
mandrie che frequentano a scopo di pascolo le aree colpite dagli incendi hanno consentito
di individuare un pastore proprietario di numerosi capi ovi-caprini i cui movimenti sono
stati monitorati e riscontrati anche con l’ausilio di indagini tecnologiche. L’Autorità
Giudiziaria, concorde con le conclusioni investigative dei militari, ha quindi disposto
l’arresto dell’incendiario seriale che è astretto al proprio domicilio.
Giova ricordare che la scorsa estate in provincia di Salerno si sono verificati n 131 incendi
di natura dolosa che hanno comportato un oneroso dispiegamento di uomini e mezzi
coinvolti nelle operazioni di spegnimento ed arrecato un significativo danno in termini
ecologici e di perdita di biodiversità naturale: sono infatti 606 gli ettari (circa 6 milioni di
mq) di vegetazione andati in fumo nel 2019.