Pontecagnano, allarme miasmi: Fdi chiede chiarezza
10 Settembre 2019
Sporting Pontecagnano, buona la prima: Audax Herajon battuto 2-1
10 Settembre 2019

Tappa a Battipaglia per l’Università Popolare Interculturale

Il progetto formativo nazionale “Università di Strada” fa tappa a Battipaglia, a cominciare da mercoledì 11 settembre e fino alla fine del mese di settembre, la Parrocchia San Gregorio VII, diretta da don Michele Olivieri, ospiterà una serie di incontri formativi a partecipazione gratuita.

Il progetto realizzato dalla rete nazionale Unieda e promosso a livello locale dall’Università Popolare Interculturale è risultato vincitore del bando indetto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali finanziamento per iniziative e progetti di rilevanza nazionale ai sensi dell’art. 72 del decreto legislativo 3 luglio 2017 n.117 e vede coinvolto oltre 30 città in 20 regioni.

L’Università di Strada è una iniziativa di cultura per la gente che passa, nonché il nostro modo di dichiarare l’amore per i luoghi dove viviamo e che contribuiamo a far crescere. Una piazza, una via, una strada più grande, un giardino, una piazzola, uno spazio abitato da esercizi, spesso solo commerciali, a volte culturali, rappresentano i luoghi deputati a svolgere lezioni, conferenze, corsi, seminari, laboratori, tutto quanto è sinonimo di riappropriazione della città dove viviamo.

«Uno scambio continuo dei saperi e delle conoscenze nei luoghi meno consoni alla formazione, tra la gente nei loro punti di aggregazione – dichiara il Presidente dell’Università Popolare Interculturale Walter Iannotti – Abbiamo scelto di svolgere alcune di queste iniziative formative anche nelle Parrocchie e a Battipaglia saremo presenti presso la San Gregorio VII per portare la nostra esperienza nell’ambito formativo e sociale».

I corsi inizieranno mercoledì 11 settembre alle ore 18:00 e proseguiranno da calendario fino alla fine del mese di settembre. Si terranno diversi corsi, dalla comunicazione efficace alla sicurezza alimentari nonché prevenzione dei tumori della pelle e tutela ambiente con particolare attenzione al problema più percepito in questo momento in città il compostaggio. Mercoledì 11, 18 e 25 settembre, dalle ore 18:00 alle ore 20:30 “Dall’ascolto attivo al racconto condiviso. Metodi di comunicazione efficace”, questo laboratorio è articolato in 8 ore di formazione in aula suddivise in tre lezioni. Venerdì 13 settembre, dalle ore 16:00 alle ore 18:00 “Sicurezza Alimentare domestica. Conserve che passione!” e dalle ore 18:00 alle ore 20.00 si discuterà di “Compostaggio domestico: da rifiuto a risorsa”. Mercoledì 18 settembre, dalle ore 16:00 alle ore 18:00 “Leggere e comprendere le etichette degli alimenti per fare scelte più sane e consapevoli. Additivi alimentari: conservanti, coloranti e aromi”. Venerdì 20 settembre, dalle ore 16:00 alle ore 18:00 “Sicurezza degli alimenti: dall’acquisto alla tavola (preparazione, conservazione e consumo)” e dalle ore 18:00 alle ore 20:00 “La tutela della privacy nell’epoca dei social media e dei social network”. Sabato 21 settembre, dalle ore 16:00 alle ore 20:00 “Tumori della pelle: come imparare a riconoscerli e “Naturalmente belli” iniziativa di promozione dei cosmetici naturali fai da te”. Mercoledì 25 settembre, dalle ore 16:00 alle ore 18:00 “Leggere e comprendere le etichette degli alimenti per fare scelte più sane e consapevoli. Tracciabilità dei prodotti”. Giovedì 26 settembre, dalle ore 16:00 alle ore 18:00 “Sicurezza alimentare: sostanze indesiderabili negli alimenti e materiali a contatto con gli alimenti”. E dalle ore 18:00 alle ore 20:00 “Naturalmente belli”. Cosmetici naturali fai da te.

«Questo progetto ha avuto, in Italia, una grande rilevanza ed un grande successo sociale – sottolinea Iannotti – coinvolgendo numerose comunità locali in quanto l’Università di Strada non è solo un progetto formativo proiettato alla condivisione dei saperi e dell’apprendimento permanente ma è anche un progetto che mira all’aggregazione intergenerazionale. Colgo l’occasione per ringraziare, a nome di Unieda e dell’Università Popolare Interculturale don Michele Oliviero che ancora una volta ha confermato la sua grande sensibilità verso le tematiche sociali ed educative dando la sua disponibilità ad ospitare queste iniziative».