SUD TV http://sudtv.net Notizie e approfondimenti di cronaca, politica e sport - canale 663 DTT e web Wed, 24 Feb 2021 16:54:44 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.6.2 Coronavirus, 2185 nuovi positivi in Campania http://sudtv.net/attualita/coronavirus-2185-nuovi-positivi-in-campania/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=coronavirus-2185-nuovi-positivi-in-campania Wed, 24 Feb 2021 16:54:44 +0000 http://sudtv.net/?p=43358 CoronavirusBen 2.185 positivi in Campania con una curva in aumento […]

L'articolo Coronavirus, 2185 nuovi positivi in Campania proviene da SUD TV.

]]>

Ben 2.185 positivi in Campania con una curva in aumento e che passa dal 9,53% di ieri al 10,22 di oggi.

È quanto emerge dal bollettino dell’Unita’ di crisi della Regione. 303 casi sono stati identificati da test antigenici rapidi. In totale si sono registrati 1.763 asintomatici e 119 sintomatici (sia sintomatici che asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare)

I tamponi del giorno sono 21.366 (di cui 3.568 antigenici). Il totale dei positivi finora registrati e’ di 257.939 (di cui 4.794 antigenici). Il numero complessivo di tamponi e’ di 2.842.283 (di cui 90.890 antigenici);. Si registrano altre 40 vittime (17 deceduti nelle ultime 48 ore, 23 deceduti in precedenza ma registrati ieri;). Il; totale dei morti e’ di 4.219. I guariti sono 848 per un totale di 181.890. Secondo il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, “permane la sperequazione con altre regioni nella distribuzione dei vaccini. Ciononostante in Campania sono stati raggiunti questi risultati: alle ore 17 di oggi, mercoledi’ 24 febbraio 2021, sono stati somministrati in Campania 59.579 vaccini per la categoria “over 80” e 21.606 per la categoria del personale scolastico. Alla stessa ora di oggi, sono 192.315 le adesioni degli “over 80″, e 21.606 quelle del personale scolastico”.

A Scafati la percentuale dei positivi negli ultimi sette giorni si e’ rivelata quasi il doppio rispetto alla media regionale (16,20% contro 8,80%). Pertanto il sindaco Cristoforo Salvati ha disposto misure restrittive che entreranno in vigore domani (giovedi’ 25 febbraio) e saranno valide fino a lunedi’ 8 marzo. In particolare il primo cittadino ha disposto la chiusura al pubblico del centro comunale di raccolta dei rifiuti; la sospensione del mercato settimanale; la chiusura al pubblico del cimitero e degli uffici comunali (escluso il protocollo, l’ufficio stato civile, il comando di polizia locale e gli uffici presso il cimitero. Disposto, inoltre, il divieto di assembramento in tutti gli spazi pubblici e di spostarsi sul territorio comunale senza un valido motivo. Chiusi anche asili nido, ludoteche e centri per minori.

I negozi – ad eccezione delle farmacie e delle parafarmacie – dovranno chiudere alle 19 e non potranno aprire prima delle 6 del giorno seguente. Sara’ vietato anche consumare cibi e bevande per strada. Restrizioni sono state disposte anche dal sindaco di Cetara, Fortunato Della Monica. Nel comune della Costiera Amalfitana saranno sospese le attivita’ didattiche in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, del mercato settimanale e dell’attivita’ di commercio ambulante. Disposta anche la chiusura pomeridiana degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio, delle chiese, del cimitero, di spiagge e zona Marina e degli uffici comunali.

COVID-19,   GIÀ 60MILA LE DOSI SOMMINISTRATE AGLI “OVER 80” E 21MILA AL PERSONALE SCOLASTICO
DE LUCA: “PERMANE LA SPEREQUAZIONE NELLA DISTRIBUZIONE DEI VACCINI”
Dichiarazione del Presidente Vincenzo De Luca:

“Permane la sperequazione con altre regioni nella distribuzione dei vaccini. Ciononostante in Campania sono stati raggiunti questi risultati: alle ore 17 di oggi, mercoledì 24 febbraio 2021, sono stati somministrati in Campania 59.579 vaccini per la categoria “over 80” e 21.606 per la categoria del personale scolastico. Alla stessa ora di oggi, sono 192.315 le adesioni degli “over 80″, e 21.606 quelle del personale scolastico”.

 

L'articolo Coronavirus, 2185 nuovi positivi in Campania proviene da SUD TV.

]]>
Finto incidente al figlio: anziano truffato a Battipaglia http://sudtv.net/cronaca/finto-incidente-al-figlio-anziano-truffato-a-battipaglia/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=finto-incidente-al-figlio-anziano-truffato-a-battipaglia Wed, 24 Feb 2021 11:14:55 +0000 http://sudtv.net/?p=43339 I carabinieri in questi giorni stanno ancora indagando sul falso […]

L'articolo Finto incidente al figlio: anziano truffato a Battipaglia proviene da SUD TV.

]]>

I carabinieri in questi giorni stanno ancora indagando sul falso carabiniere arrestato nei giorni addietro, probabilmente, avrebbe dovuto compiere truffe proprio nella zona della piana
del sele ed in particolare a Battipaglia. Dopo l’arresto dell’insospettabile svolta dai carabinieri, agli ordini del comandante Vitantonio Sisto, proprio nel mentre del proseguo delle indagini
per verificare un possibile accostamento con le truffe agli anziani, in queste ore è stato riscontrato a Battipaglia, ancora un raggiruo ad una persona anziana.

Si tratterebbe della cosi detta truffa del “finto incidente al figlio” come scritto da “il Mattino”. Dalle prime indiscrezioni trapelate sembra che i malviventi siano riusciti ad estorcere all’uomo la somma di 500 euro. Inoltre pare che per un’intera giornata hanno telefonato all’anziano chiedendo dei soldi sostenendo che il figlio aveva causato un incidente stradale. Pertanto non si esclude che ad agire potrebbe essere una banda di truffatori esperti che riesce ad individuare tramite telefonate le persone da raggirare. Anche su questa pratica sono in corso veriche da parte degli inquirenti per debellare il fenomeno delle truffe agli anziani che sono una categoria appetibile da questi malviventi senza scrupoli.

L'articolo Finto incidente al figlio: anziano truffato a Battipaglia proviene da SUD TV.

]]>
San Valentino Torio: maxi sequestro da 600 mila euro http://sudtv.net/cronaca/san-valentino-torio-maxi-sequestro-da-600-mila-euro/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=san-valentino-torio-maxi-sequestro-da-600-mila-euro Wed, 24 Feb 2021 10:32:57 +0000 http://sudtv.net/?p=43336 E’stato messo a segno un maxi sequestro dai Carabinieri del […]

L'articolo San Valentino Torio: maxi sequestro da 600 mila euro proviene da SUD TV.

]]>

E’stato messo a segno un maxi sequestro dai Carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Salerno a firma del procuraotre della Repubblica Antonio Centore.

I carabinieri hanno eseguito un decreto di misura di prevenzione patrimoniale emesso dal tribunale di Salerno, su richiesta della procura della Repubblica, con il dottore Davie Palmieri,
nei confronti di un pregiudicato di San Valentino Torio. L’uomo era già in precedenza accusato di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, traffico di armi e stupefacenti,
concussione e sequestro di persona.

Le indagini svolte dagli inquirenti sono iniziate già nel 2019. I militari hanno acceso i riflettori sul tenore di vita dell’uomo e dei suoi familiari rispetto a quanto dichiarato relativamente alle entrate delle sue due attività commerciali di vendita di abbigliamento. Dati discordanti che hanno insospettivo gli inquirenti. Pertanto dopo le verifiche del caso i militari hanno sequestrato beni per 600mila euro consistenti proprio nelle due attività commerciali, due palestre, un immobile e un’auto di grossa cilindrata.

L'articolo San Valentino Torio: maxi sequestro da 600 mila euro proviene da SUD TV.

]]>
Salerno, 47 arresti per spaccio di droga e cellulari nel carcere http://sudtv.net/cronaca/salerno-in-47-nei-guai-per-associazione-e-traffico-di-sostanze-stupefacenti/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=salerno-in-47-nei-guai-per-associazione-e-traffico-di-sostanze-stupefacenti Wed, 24 Feb 2021 05:49:17 +0000 http://sudtv.net/?p=43321 Prison BreakPersonale della Sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile di Salerno […]

L'articolo Salerno, 47 arresti per spaccio di droga e cellulari nel carcere proviene da SUD TV.

]]>

Personale della Sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile di Salerno e del Nucleo
Investigativo Centrale del Corpo della Polizia Penitenziaria, coadiuvati da personale delle Squadre
Mobili di Firenze, Napoli, Cosenza e Roma, con l’ausilio dei Reparti Prevenzione Crimine, di unità
cinofili e il supporto aereo di un elicottero della Polizia di Stato, all’alba di oggi, hanno eseguito,
nelle province di Salerno, Napoli, Firenze e Cosenza, un’ordinanza di custodia cautelare, emessa
dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Salerno, su conforme richiesta della
Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno, nei confronti di 47 persone, ritenuti responsabili, a
vario titolo, di due associazioni a delinquere finalizzate al traffico illecito di sostanze stupefacenti
ed estorsioni .

IL SERVIZIO

Nel primo semestre del 2019, l’ attività d’indagine della Squadra Mobile di Salerno con la direzione
della Procura della Repubblica di Salerno – DDA, aveva posto in evidenza l’esistenza di illecite
introduzioni all’interno della Casa Circondariale di Salerno di apparecchi cellulari oltre che
sostanze stupefacenti da commercializzare nell’ambito della stessa struttura carceraria.
Tali circostanze avevano trovato medesima corrispondenza, nelle risultanze di un altro
procedimento istruito presso la Procura della Repubblica di Salerno, le cui attività di indagine sono
state esperite da questa Squadra Mobile in codelega con il Corpo della Polizia Penitenziaria –
Nucleo Investigativo Centrale – Nucleo Regionale della Campania.
È emerso come CUOMO Michele, principale indagato e vertice dell’organizzazione, avesse in
collaborazione con i suoi sodali, costituito anche all’interno della Casa Circondariale di Salerno,
“una piazza di spaccio” previa introduzione all’interno di sostanze stupefacenti e telefoni cellulari
funzionali all’espletamento di detta attività.
L’attività espletata ha evidenziato il coinvolgimento anche di un agente di Polizia Penitenziaria, in
servizio ai “reparti detentivi” del carcere, che è risultato coinvolto nelle illecite attività descritte. In
particolare dietro compenso elargitogli dallo stesso CUOMO Michele, per il tramite del suo
principale “collaboratore” RESE Domenico, l’agente infedele introduceva quantitativi di
stupefacenti all’interno della Casa Circondariale.

Nel contempo, nell’emergere dell’allarmante quadro di una diffusa attività criminosa posta in essere
dai detenuti all’interno del carcere di Salerno, afferente il commercio di sostanze stupefacenti e altri
oggetti non consentiti, come telefoni cellulari e Sim Card, è emersa l’esistenza di una ulteriore
associazione criminale operante all’interno del medesimo istituto, capeggiata dal detenuto
ALBERGATORE Luigi.
Il CUOMO Michele, durante il periodo detentivo presso la struttura carceraria in argomento, ha
continuato a impartire “direttive” ai suoi più stretti collaboratori. Difatti, la compagine
delinquenziale da lui diretta, attraverso i soggetti di più stretta “fiducia”, ha organizzato in due
distinte zone della città di Nocera Inferiore, due “piazze di spaccio”, dimostrandosi, dunque,
particolarmente attiva nell’illecita commercializzazione di stupefacenti.
Durante tutta l’attività d’indagine sono emersi numerosi episodi di violenze fisiche ed aggressioni a
soggetti detenuti che non si “inchinavano” ai promotori dell’ingente traffico di stupefacente. Le
spedizioni punitive erano tali da provocare lesioni anche gravi ai danni dei malcapitati.
Il modus operandi del traffico di stupefacenti era articolato con vere e proprie “piazze di spaccio”
all’interno della struttura carceraria di Salerno; con soggetti addetti alla detenzione della droga
all’interno di intercapedini e armadietti nelle celle, altri addetti all’introduzione all’interno del
carcere tramite parenti o affini che venivano per le visite periodiche ed occultavano i cellulari e lo
stupefacente nelle parti intime ed infine una struttura articolata esterna di pagamenti tramite
postepay che venivano ricaricate dall’esterno e servivano per pagare l’acquisto di stupefacente
all’interno del carcere .

LA CONFERENZA STAMPA IN PROCURA

L’acquisto dei cellulari all’interno del carcere aveva raggiunto le dimensioni un vero e proprio
“mercato” infatti bastava ordinare la marca ed il modello per riceverlo consegnato dai visitatori e
pagarlo attraverso bonifici alle postepay dedicate.
L’utilizzo di suddetti cellulari avveniva attraverso sim intestate a soggetti irreperibili e quasi sempre
extracomunitari, ed erano utilizzati sia per conversazioni personali con parenti e/o familiari
all’esterno del carcere che con i fiancheggiatori utilizzati per le ricariche postepay e per impartire
direttive ed ordini agli affiliati al clan.
Durante tutta la fase delle indagini, con la collaborazione delle dirigenza del carcere e della polizia
penitenziaria, sono stati effettuati diversi riscontri investigativi all’interno della struttura carceraria,
Numerosi sono stati i sequestri di sostanza stupefacente del tipo cocaina, hashish e telefoni cellulari;
più di 30 telefoni cellulari e circa 20 SIM card ed oltre un chilogrammo di sostanza stupefacente
suddivisa in diverse dozzine di dosi, tra cocaina ed hashish, riuscendo così ad arginare e bloccare
l’introduzione all’interno del carcere sia della droga che dei cellulari.
Di seguito i nominativi dei soggetti colpiti da misura cautelare:
1. BARBA Antonio cl.2000 di Nocera Inferiore (arresti domiciliari)
2. BARBETTA Annamaria Grazia cl.1969 di Nocera Inferiore (arresti domiciliari)
3. BOFFARDI Filippo cl.1983 di Nocera Inferiore (custodia in carcere)
4. BOVE Kristian cl.1996 di Nocera Inferiore (arresti domiciliari)
5. CAGGEGI Giuseppa cl.1993 di Nocera Inferiore (arresti domiciliari)
6. CAMANZO Gennaro cl.1989 di Napoli (arresti domiciliari)
7. COMITINI Mario cl.1982 di Nocera Inferiore (custodia in carcere)

8. CUOMO Michele cl.1980 di Nocera Inferiore già detenuto per altra causa (custodia in
carcere)
9. D’AURIA Giuseppe cl.1992 di Pagani, già detenuto per altra causa (arresti domiciliari)
10. D’AURIA Piero cl.1971 di Pontecagnano Faiano (arresti domiciliari)
11. DE ROSA Ciro cl.1987 di Nocera Inferiore (custodia in carcere)
12. DI CUNZOLO Valentina cl.1997 di Eboli (arresti domiciliari)
13. FEDELE Camillo cl.1989 di Nocera Inferiore (custodia in carcere)
14. GIORDANO Raffaele Paolo cl.1995 di Nocera Inferiore (arresti domiciliari)
15. GRANDE Matteo cl.1987 di Nocera Inferiore (arresti domiciliari)
16. IANNONE Marco cl.1983 di Nocera Inferiore (custodia in carcere)
17. LAMBERTI Giacomo cl.1998 di Nocera Inferiore (custodia in carcere)
18. LIMODIO Mirko cl.1988 di Nocera Inferiore (custodia in carcere)
19. MARCELLO Adriano cl.1980 a Nocera Inferiore (custodia in carcere)
20. PASTORE Naomi cl.1997 di Nocera Inferiore (arresti domiciliari)
21. PETTI Giuseppe cl.1984 di Nocera Inferiore (custodia in carcere)
22. RESE Domenico cl.1986 di Nocera Inferiore, domiciliato a Firenze (custodia in carcere)
23. SARTORI Demetrio cl.1984 di Napoli, già detenuto per altra causa (custodia in carcere)
24. TORTORA Mario cl.1993 di Nocera Inferiore (custodia in carcere)
25. VICIDOMINI Luigi cl.1985 di Nocera Inferiore (custodia in carcere)
26. VILLANI Pietro cl.1983 di Nocera Inferiore (custodia in carcere)
27. ALBERGATORE Luigi cl.1988 di Torre Annunziata (NA), già detenuto per altra causa
(custodia in carcere)
28. AMORETTI Angela cl.1996 a Torre Annunziata (NA) (custodia in carcere)
29. AVALLONE Luca cl.1975 di Salerno, già detenuto, per altra causa, presso la comunità
terapeutica di Spezzano Albanese (CS) (custodia in carcere)
30. CAVALLARO Gaetano cl.1979 di Scafati, già detenuto per altra causa (custodia in
carcere)
31. D’ACUNZO Vito cl.1987 di Torre Annunziata (NA), già detenuto, per altra causa, presso la
comunità terapeutica di San Benedetto Ullano (CS) (custodia in carcere)
32. D’ADDIO Vincenzo cl.1977 di Santa Maria a Vico (CE) già detenuto per altra causa
(custodia in carcere)
33. D’ELIA Andrea cl.2000 residente a Giffoni Valle Piana (arresti domiciliari)
34. D’ELIA Carlo cl.1972 residente a Giffoni Valle Piana (custodia in carcere)
35. D’ELIA Cassandra cl.1997 residente a Giffoni Valle Piana (arresti domiciliari)
36. FALANGA Olimpia cl.1973 residente a Scafati (arresti domiciliari)
37. FATTORUSO Angela cl.1998 residente a Scafati (obbligo di dimora)
38. FATTORUSO Annunziata cl.1980 residente a Scafati (obbligo di dimora)
39. FATTORUSO Gianmarco cl.1988 residente a Scafati (custodia in carcere)
40. GRIECO Gennaro cl.1969 residente a Moscufo (PE) (obbligo di dimora)
41. MELLUSO Gennaro cl.1981, già detenuto per altra causa (arresti domiciliari)
42. NOCERA Emiliano cl.1973 residente a Scafati (arresti domiciliari)
43. NOCERA Michele cl.1971 di Scafati (custodia in carcere)
44. PASTORE Luigi cl.1999 di Salerno, già detenuto per altra causa (custodia in carcere)
45. PRINCIPE Carmela cl.1989 residente a Salerno (arresti domiciliari)
46. TEODOSIO Annamaria cl.1980 residente a Pompei (arresti domiciliari)
47. TORTORA Andrea cl.1997 residente a Trecase (NA) (obbligo di dimora)

Comunicato Stampa

L'articolo Salerno, 47 arresti per spaccio di droga e cellulari nel carcere proviene da SUD TV.

]]>
Ebolitano, arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e oltraggio a magistrato in udienza http://sudtv.net/cronaca/ebolitano-arrestato-per-resistenza-a-pubblico-ufficiale-e-oltraggio-a-magistrato-in-udienza/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=ebolitano-arrestato-per-resistenza-a-pubblico-ufficiale-e-oltraggio-a-magistrato-in-udienza Tue, 23 Feb 2021 17:39:12 +0000 http://sudtv.net/?p=43318 Durante un’udienza presieduta dal GOT drssa Cesarina Anzalone, 3a Sezione […]

L'articolo Ebolitano, arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e oltraggio a magistrato in udienza proviene da SUD TV.

]]>

Durante un’udienza presieduta dal GOT drssa Cesarina Anzalone, 3a Sezione Penale, Aula Dibattimentale 223, il compagno dell’imputata ha creato notevole scompiglio. Nello specifico, il 45enne palermitano F.C. residente ad Eboli ha iniziato ad inveire a gran voce contro il magistrato, a suo dire dichiarandolo in stato di arresto per frode processuale. L’animosità e le esternazioni del soggetto hanno portato all’immediato intervento dei Carabinieri del Nucleo Tribunali, che gli hanno intimato più volte di cessare la condotta oltraggiosa verso il magistrato in udienza. F.C. ha comunque continuato nella sua condotta, sostenendo di essere un pubblico ufficiale e richiedendo ai Carabinieri di compilare un verbale di arresto a carico del giudice. Visti i vani tentativi di bonaria conciliazione, i militari hanno agito per portarlo fuori dall’aula, attività a cui F.C. si è opposto con forza spintonando i militari e costringendoli all’uso delle manette di sicurezza per contenerlo: nonostante ciò è riuscito comunque a cagionare ad un Carabiniere un trauma distrattivo alla cuffia dei rotatori destra, per 15 giorni di prognosi. F.C. ha continuato poi ad inveire contro i militari, apostrofandoli come “mafiosi asserviti al potere” e pretendendo di arrestare anche loro. F.C. è stato pertanto riconosciuto responsabile di resistenza a pubblico ufficiale e oltraggio a magistrato in udienza, motivo per cui è stato dichiarato in stato di arresto e tradotto, su disposizione del PM di turno Dottor Penna, presso la Casa Circondariale di Salerno.
Comunicato Stampa

L'articolo Ebolitano, arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e oltraggio a magistrato in udienza proviene da SUD TV.

]]>
Regione Campania: 1436 positivi al Covid-19 http://sudtv.net/attualita/regione-campania-1436-positivi-al-covid-19/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=regione-campania-1436-positivi-al-covid-19 Tue, 23 Feb 2021 15:44:16 +0000 http://sudtv.net/?p=43314 Secondo quanto è emerso dal bollettino diffuso dall’Unità di Crisi […]

L'articolo Regione Campania: 1436 positivi al Covid-19 proviene da SUD TV.

]]>

Secondo quanto è emerso dal bollettino diffuso dall’Unità di Crisi della Regione Campania, sono risultate positive al Covid-19 su tutto il territorio regionale, 1436 persone. I tamponi effettuati sono stati 15061. Invece per quanto concerne il triste computo dei decessi, sono 38 di cui 17 nelle ultime 48 ore, 21 in precedenza ma registrati ieri​. Sulla pagina fb del Comune di Capaccio Paestum viene confermato “un nuovo concittadino deceduto”. Invece sono 359 i nuovi casi positivi al Covid-19 nel salernitano. Si teme per la variente inglese, come detto dal sindaco di San Valentino Torio e presidente della provincia Michele Strianese. Attenzione in tutto l’agro nocerino sarnese. Il maggior numero di nuovi casi ad Angri con 24, a Scafati e Pagani 21, Salerno 20, 15 a Nocera Inferiore. Nove calciatori e due componenti dello staff tecnico e tre dirigenti della Cavese sono risultati positivi al Covid. I tesserati sono in isolamento fiduciario. A Nocera Inferiore sospesa l’attività didattica in presenza all’Istituto Professionale “ Rea”, all’Istituto “Marconi” e al 1° Istituto Comprensivo “Solimena”, da oggi e fino al 2 Marzo. A Nocera Superiore è stata disposta la sospensione delle attività didattiche in presenza, oggi e domani, al plesso di Portaromana e Marco Polo. Ad Angri per la variante Inglese, il sindaco Ferraioli ha chiuso cimitero, mercato, parchi e giardini e sospeso le attività ricreative e di asili, ludoteche, centri per i minori, servizi all’infanzia, centri per gli anziani. Ad Agropoli, sono emersi due casi di positività tra gli alunni frequentanti la scuola di Cannetiello con la chiusura del plesso per permettere le procedure di sanificazione.

COVID-19, IL BOLLETTINO ORDINARIO DELL’UNITA’ DI CRISI DELLA REGIONE CAMPANIA+++

Questo il bollettino di oggi:

Positivi del giorno: 1.436 (di cui 328 casi identificati da test antigenici rapidi)
di cui
Asintomatici: 1.008
Sintomatici: 100
* Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare
Tamponi del giorno: 15.061 (di cui 4.209 antigenici)

Totale positivi: 255.754 (di cui 4.491 antigenici)
Totale tamponi: 2.820.917 (di cui 87.322 antigenici)​

​Deceduti: 38 (*)​
Totale deceduti: 4.179

Guariti: 2.117
Totale guariti: 181.042

* 17 deceduti nelle ultime 48 ore, 21 deceduti in precedenza ma registrati ieri​

​Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 132
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.327

** Posti letto Covid e Offerta privata.

Napoli, 23 febbraio 2021

comunicato stampa

L'articolo Regione Campania: 1436 positivi al Covid-19 proviene da SUD TV.

]]>
Terremoto in provincia di Salerno: lieve scossa a Casalbuono http://sudtv.net/cronaca/terremoto-in-provincia-di-salerno-lieve-scossa-a-casalbuono/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=terremoto-in-provincia-di-salerno-lieve-scossa-a-casalbuono Tue, 23 Feb 2021 15:21:53 +0000 http://sudtv.net/?p=43310 E’ stata registrata nel piccolo comune di Casalbuono una sossa […]

L'articolo Terremoto in provincia di Salerno: lieve scossa a Casalbuono proviene da SUD TV.

]]>

E’ stata registrata nel piccolo comune di Casalbuono una sossa di terremoto. Il sisma, di magnitudo 1.4 non ha provocato danni a cose o persone.
Terremoto oggi in provincia di Salerno: scossa a Casalbuono

Un terremoto con una lieve scossa che si è sprigionata ad una profondità di 10 km. Al momento non si registrano ulteriori scosse di assestamenento.

Sono circa venti i comuni del circondario che hanno avvertito il leggero sisma.

L'articolo Terremoto in provincia di Salerno: lieve scossa a Casalbuono proviene da SUD TV.

]]>
Battipaglia operazione Gold Business, Comune parte civile, la replica di Fdi http://sudtv.net/attualita/operazione-gold-business-il-comune-di-battipaglia-si-costituisce-parte-civile/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=operazione-gold-business-il-comune-di-battipaglia-si-costituisce-parte-civile Tue, 23 Feb 2021 14:52:15 +0000 http://sudtv.net/?p=43307 municipio battipaglia progetto sportello informativo covid selezionati scrutatori consiglio comunale comuneIn merito ai rifiuti tossici seppelliti nella Piana del Sele, […]

L'articolo Battipaglia operazione Gold Business, Comune parte civile, la replica di Fdi proviene da SUD TV.

]]>

In merito ai rifiuti tossici seppelliti nella Piana del Sele, nella recente operazione “Gold Business”, il Comune di Battipaglia si costituisce parte civile, così come annunciato in una nota stampa dalla sindaca Cecilia Francese. Decisione che potrebbe essere adottata anche da altri comuni. Nello specifico la sindaca sottolinea: “La Piana del Sele non merita l’ennesima aggressione ambientale,fermare anche un solo gruppo organizzato che tenta di trasformare la nostra realtà in una nuova terra dei fuochi è una vittoria di legalità e giustizia sociale alla quale noi non possiamo rinunciare. Il Comune di Battipaglia si costituisce parte civile nel processo che si terrà per l’operazione Gold Business. È ora di dire basta, giù le mani dalla Piana del Sele, giù le mani da Battipaglia”. Arriva la replica di Fdi con il responsabile provinciale degli enti locali, Ugo Tozzi :“Comune che si costituisce parte civile, verrebbe da ridere se non fosse che mancherei ulteriormente di rispetto alla mia città e ai miei concittadini. Ci costituiamo parte civile ma a tutela di cosa? Del nostro territorio che non è stato interessato dagli sversamenti oggetto di questa indagine specifica? O solo per fare propaganda elettorale che la sindaca ha inizato da tempo la sua personale campagna per il tentativo di rielezione?”. Sono anni che Battipaglia subisce:”questa idea avrebbe avuto – spiega Tozzi – una sua grossa rilevanza, se il comune si fosse fatto promotore di una azione collettiva da parte di tutti i comuni della piana del Sele a tutela della salute pubblica e per chiedere gli eventuali danni a vantaggio di tutte le comunità vittima di questa triste vicenda” Tozzi lancia un monito:”l’unico modo per riprendere l’ambiente a Battipaglia è dichiarare guerra a ogni forma di reato e abusivismo ambientale, combattere tutte la criminalità, impedire che vengano ampliati o costruiti nuovi impianti nella piana del Sele”.

Operazione Gold Business: Il Comune di Battipaglia si costituisce parte civile

La Piana del Sele non merita l’ennesima aggressione ambientale, il Comune di Battipaglia si costituisce parte civile nel processo che si terrà per l’operazione “Gold Business” che vede
coinvolti 14 indagati (6 in carcere, 8 agli arresti domiciliari), gravemente indiziati, a vario titolo, di “associazione per delinquere aggravata, finalizzata al traffico illecito di
rifiuti Tossici, Speciali e Pericolosi di categoria ecotossica”.

Il provvedimento si fonda sui gravi indizi di colpevolezza acquisiti dai Carabinieri della Compagnia di Eboli. Privi di qualsivoglia autorizzazione al trasporto e/o smaltimento,
trafficavano illecitamente rifiuti per lo più speciali – prelevati con mezzi di trasporto non autorizzati presso imprese produttrici del settore “gestione rifiuti speciali”,
“spurgo pozzi neri”, “conserviero” e “conciario” a fronte di un compenso tra i 1.000 ed i 3.000 euro a carico – con successivo sversamento e tombamento nei terreni agricoli e in
zone sottoposte a vincoli e riserva naturale, che diventavano discariche abusive tossiche e pericolose. Discariche, in alcuni casi costituite anche
in terreni del demanio regionale, che subivano, di fatto, una modifica della loro destinazione d’uso con l’ausilio di escavatori e mezzi di movimento terra.

L’operazione delle forze dell’ordine, alle quali va il nostro ringraziamento per le attività di indagine svolte a tutela del nostro territorio, ha di fatto confermato che la Piana
del Sele rimane al centro della attenzione di gruppi criminali, pseudo imprenditori senza scrupoli mossi solo dal guadagno facile a discapito della salute pubblica e dell’ambiente.

Assicurare alla giustizia coloro che hanno interrato nella nostra Piana del Sele rifiuti di ogni genere e soprattutto tossici tentando di trasformare la nostra fiorente realtà in una
zona di lucrosi e malavitosi affari è stata una vittoria dell’intera Piana del Sele.

Fermare anche un solo gruppo organizzato che tenta di trasformare la nostra realtà in una nuova terra dei fuochi è una vittoria di legalità e giustizia sociale alla quale noi non possiamo rinunciare.

Chi è contro il nostro territorio avrà contro le Istituzioni per questo motivo non appena sarà possibile delibereremo la costituzione in giudizio del Comune di Battipaglia come parte
civile nei processi per reati ambientali consumati nella Piana del Sele e invieremo la proposta deliberativa a tutti i Comuni dell’area, perché la adottino a loro volta, è ora di dire basta,
giù le mani dalla Piana del Sele, giù le mani da Battipaglia.

La Sindaca
Cecilia Francese
comunicato stampa

“Comune che si costituisce parte civile nel procedimento relativo all’indagine Gold Business: verrebbe da ridere se non fosse che mancherei ulteriormente di rispetto alla mia città e ai miei concittadini.” Commenta così il responsabile provinciale degli enti locali di Fratelli d’Italia Ugo Tozzi dopo aver appreso dalle notizie di stampa della decisione dell’amministrazione Francese di costituirsi parte civile nel procedimento. “Ci costituiamo parte civile ma a tutela di cosa? Del nostro territorio che non è stato interessato dagli sversamenti oggetto di questa indagine specifica? O solo per fare propaganda elettorale perché si, la sindaca ha inizato da tempo la sua personale campagna per il tentativo di rielezione? L’ennesimo schiaffo in faccia a questa comunità: una presa in giro che fa solo dei titoli di giornale il suo obiettivo. Sono anni che Battipaglia subisce attacchi alla salute pubblica e all’ambiente e quest’amministrazione in cinque anni ha ottenuto solo una delibera inutile quanto inattesa da parte della provincia di Salerno e adesso, per una vicenda gravissima ma che non tocca i territori battipagliesi nello specifico, ci costituiamo parte civile nel procedimento? Io sono senza parole: questa idea avrebbe avuto un suo perché, una sua grossa rilevanza, se il comune si fosse fatto promotore di una azione collettiva da parte di tutti i comuni della piana del Sele (questa si realmente interessata dalla vicenda) a tutela della salute pubblica e per chiedere gli eventuali danni a vantaggio di tutte le comunità vittima di questa triste vicenda. Ma fatta così, tristemente soli come al solito per questo ente, testimonia solo la volontà di una sindaca uscente che vuole mediaticamente utilizzare fatti di cronaca per farsi campagna elettorale. Io ribadisco che l’unico modo per riprendere l’ambiente a Battipaglia è dichiarare guerra a ogni forma di reato e abusivismo ambientale, combattere tutte la criminalità grande e piccola diffusa sul territorio, impedire che vengano ampliati o costruiti nuovi impianti nella piana del Sele tutta e lavorare per creare una coscienza ambientale nella comunità a partire dai bambini”.

comunicato fdi Ugo Tozzi

L'articolo Battipaglia operazione Gold Business, Comune parte civile, la replica di Fdi proviene da SUD TV.

]]>
Operazione “Gold business”: il commento di Confagricoltura http://sudtv.net/attualita/operazione-gold-business-il-commento-di-confagricoltura/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=operazione-gold-business-il-commento-di-confagricoltura Tue, 23 Feb 2021 13:07:04 +0000 http://sudtv.net/?p=43303 ANTONIO COSTANTINO - PRESIDENTE CONFAGRICOLTURA SALERNO“Il mondo dell’agricoltura è totalmente estraneo a tali fatti”. È […]

L'articolo Operazione “Gold business”: il commento di Confagricoltura proviene da SUD TV.

]]>

“Il mondo dell’agricoltura è totalmente estraneo a tali fatti”.

È la precisazione di Confagricoltura dopo l’operazione “Gold Business”, che nella giornata di ieri ha portato alla scoperta di un’ampia attività che si dedicava a trasporto e/o smaltimento, e traffico illecito di rifiuti per lo più speciali sversati in terreni agricoli e in zone sottoposte a vincoli e riserva naturale.

A commentare l’accaduto il presidente di Confagricoltura Salerno, Antonio Costantino.

IL SERVIZIO

L'articolo Operazione “Gold business”: il commento di Confagricoltura proviene da SUD TV.

]]>
Frana Amalfi, il sindaco annuncia: “Area dissequestrata” http://sudtv.net/attualita/frana-amalfi-il-sindaco-annuncia-area-dissequestrata/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=frana-amalfi-il-sindaco-annuncia-area-dissequestrata Tue, 23 Feb 2021 12:59:20 +0000 http://sudtv.net/?p=43301 Amalfi fa la conta dei danniLa Procura dissequestra le aree oggetto di frana. Lo ha […]

L'articolo Frana Amalfi, il sindaco annuncia: “Area dissequestrata” proviene da SUD TV.

]]>

La Procura dissequestra le aree oggetto di frana.

Lo ha comunicato in serata il sindaco di Amalfi, Daniele Milano attraverso il suo profilo Facebook.

Il Comune di Amalfi ha gia’ affidato gli interventi di messa in sicurezza del fronte, propedeutici ai lavori di ricostruzione della SS163.

E nella mattinata di ieri con Anas ha già definito l’organizzazione dei rispettivi cantieri e dei monitoraggi di sorveglianza da attuare nei prossimi giorni. Al momento, infatti, la Costiera Amalfitana e’ spaccata in due parti a seguito della grossa frana caduta lo scorso 2 febbraio, provocando anche il cedimento di una parte della strada statale Amalfitana. Nei giorni successivi i carabinieri della compagnia di Amalfi avevano eseguito un provvedimento di sequestro dell’area interessata dal cedimento e il sindaco era stato nominato custode giudiziario.

L'articolo Frana Amalfi, il sindaco annuncia: “Area dissequestrata” proviene da SUD TV.

]]>