PASQUA AL CENTRO GULLIVER. UOVA E DONI PER I RAGAZZI
29 Marzo 2018
fonderie pisano. Il comtiato SALUTE E VITA: "Su Spes conflitto di interessi"
FONDERIE PISANO, IL TAR DISPONE LA RIAPERTURA
29 Marzo 2018

BATTIPAGLIA RAPINE AI BANCOMAT, ARRESTATO EBOLITANO

Il Commissariato di Polizia di Battipaglia, diretto dal Vice Questore la dottoressa Immacolata Acconcia, concentrava le attività investigative sul crescente fenomeno delle rapine, nei confronti di persone che avevano prelevato denaro contante presso gli sportelli automatici. Le rapine venivano perpetrate a Battipaglia, da un giovane che selezionava le vittime, tutte donne, posizionandosi in prossimità dei bancomat degli istituti bancari della città e che agiva nel momento in cui esse salivano a bordo delle loro auto e riponevano la borsa, con il denaro appena prelevato, sul sedile anteriore-lato passeggero.Veniva quindi svolta una serrata attività investigativa dagli uomini del Commissariato di Battipaglia, consistita nell’acquisizione delle immagini di alcune telecamere a circuito chiuso di esercizi commerciali siti nella zona delle rapine e nel confronto delle immagini con alcune foto segnaletiche da questa attività si evinceva, con certezza assoluta, che il rapinatore solitario conispondeva ad ventiduenne di Eboli, pluri-pregiudicato per reati della stessa specie, il giovane veniva rintracciato presso la sua abitazione e deferito all’autorità giudiziaria di Salerno in stato di libertà per rapina aggravata. La Procura della Repubblica ritenendo gravi e socialmente pericolosi i comportamenti richiedeva al Gip l’emissione di un provvedimento restrittivo della libertà personale; esaminato il materiale probatorio, il GIP accoglieva la richiesta e così il personale della squadra investigativa del Commissariato di di Battipaglia, dava esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, presso la Casa Circondariale di Fuorni.

TECNOSCUOLAofficina di Paestum