Home Attualità Alba, contratto di servizio triennale: tutto rinviato a Pasqua

Alba, contratto di servizio triennale: tutto rinviato a Pasqua

55
0
Questione Alba: i sindacati chiedono incontro con la sindaca
botteghe d'autore

Nessun contratto di servizio triennale per Alba, tutto rinviato ad Aprile. Si spera sia questa l’ultima proroga, per gli operai di Alba, la municipalizzata, che si occupa della raccolta dei rifiuti e del verde pubblico in città. Nell’ultima riunione svoltasi in comune il 25 novembre, con i sindacati, venne promesso un contratto entro Natale, invece tutto è stato spostato a Pasqua. Con l’ inizio dell’ anno nuovo, dunque, per le maestranze della società partecipata del Comune scatterà l’ ultima, proroga tecnica. Intanto Palmerino Belardo , numero uno della società in house dell’ Ente di piazza Aldo Moro dal 1 agosto del 2018, che proprio oggi lascerà il timone, con contratto in scadenza, dal 2022, a seguito del bando ad evidenza pubblica, sarà individuata una nuova figura come amministratore unico di Alba. Il contratto di servizio triennale, così come dichiarato e sottoscritto a novembre, ancora non c’ è. Ci si aspetta che per aprile il tutto si risolverà. Anche in virtù del fatto che il contratto ha bisogno della firma dell’ amministratore unico. Con il nuovo piano industriale e un contratto di servizio sarà possibile guardare al futuro di Alba con maggiore ottimismo, questo l’auspicio dei lavoratori e sindacati. Bisognerà aspettare altri 120 giorni, poi l’ incubo delle proroghe dovrebbe essere concluso. Questo significa che si guarderà all’ altro aspetto fondamentale per il futuro della partecipata, ossia l’ intenzione, sulla quale sia i sindacati che l’ amministrazione vorrebbero spingere, ovvero che Alba possa diventare il gestore unico del Sad Picentini- Battipaglia. Il “core business” rimarranno i rifiuti e i parcheggi, eliminando la manutenzione. Pertanto si va verso la cessazione di essere una multiservizi. Questa è la condizione per ambire alla gestione dei Sub ambiti. Pertanto questi quattro mesi del 2022 saranno decisivi per il rilancio di Alba.