Home Politica Eboli il Pd su Sgroia: ore decisive per la candidatura a Sindaco

Eboli il Pd su Sgroia: ore decisive per la candidatura a Sindaco

190
0

Ieri sera si è consumata probabilmente l’ultima riunione con i vertici del Pd, per scegliere il candidato sindaco in corsa per la fascia tricolore ebolitana. Il nome ufficiale sarebbe quello di Luca Sgroia, già vice sindaco e reggente del sindaco Massimo Cariello per circa due mesi. Il diretto interessato contattato telefonicamente ha “nicchiato” dicendo:” al momento non sono io il candidato ufficiale del Pd. C’è stata una riunione ma al momento nulla di ufficiale”. Chi invece non la pensa allo stesso modo è il professore Arturo Marra che ha postato su fb la sua contrarietà alla scelta del Pd, che invece avrebbe appunto indicato Sgroia, nel suoi post si legge:”ll PD ha scelto il candidato a Sindaco di Eboli, rigettando la proposta di una personalità “condivisa” indicata da altre forze politiche del Centrosinistra. Il Pde non condivide la scelta e si tira fuori. Il voto utile non potrà trovare spazio. Il Segretario PD salernitano e l’onorevole figlio di De Luca si sono assunti una responsabilità politica che in caso di sconfitta non potranno che trarne le conseguenze”. Gli ha fatto eco Giovanni Tarantino de i “Democratici e Progressisti” in un lungo post su Fb: “Si sta consumando in queste ore il parricidio del centrosinistra a Eboli, per mano di due persone, un ebolitano che non ha capito la situazione politica di cui porta in prima persona la responsabilità e di un salernitano, di nome illustre perché è diventato deputato per discendenza familiare, i quali hanno sacrificato la possibilità di mettere in campo una coalizione ampia e forte con una squadra all’altezza delle sfide che ci aspettano per risollevare la nostra città”. Ed ancora scrive che:”I cittadini e gli elettori devono sapere che, se a Eboli si andrà con sette candidati sindaco solo nell’area del centrosinistra è per responsabilità di chi ha anteposto le proprie aspirazioni agli interessi generali e dell’area politica che avrebbe dovuto coalizzare e rafforzare, invece di dividerla e indebolirla.Tutto questo produrrà un aumento dell’astensione. Nel migliore dei casi avrà fatto un favore alla Dinasty di Santa Cecilia e nel peggiore dei casi alla destra incapace e corrotta che ha malamente amministrato Eboli in questi ultimi sei anni”.