Home Politica EBOLI, VERIFICA DI MAGGIORANZA. SI CHIEDE IL RIMPASTO DELLA GIUNTA

EBOLI, VERIFICA DI MAGGIORANZA. SI CHIEDE IL RIMPASTO DELLA GIUNTA

14
0
Eliano Servizi Immobiliari

La verifica di maggioranza si è chiusa con una bocciatura netta per i tre assessori donna di Cariello. I consiglieri alleati del sindaco vogliono un rimpasto della Giunta. Due donne rischiano il posto: Matilde Saja ed Angela Lamonica. Saja, come socia di studio dell’avvocato Melchionda, è nell’occhio del ciclone dopo le polemiche dell’ex sindaco sulla strada Campagna-Agropoli e sull’atteggiamento sottomesso che Cariello avrebbe con il governatore De Luca. Perso il sostegno politico di Vecchio, Saja verrà sostituita, forse, da Filomena Rosamilia. L’assessore Lamonica paga l’istituzione del liceo classico a Battipaglia. Una battaglia iniziata con il Comune assente al tavolo provinciale dove vennero decisi i nuovi indirizzi. Fu lì che Battipaglia strappò il via libera per il nuovo liceo classico al Medi. Senza un partito alle spalle, Lamonica è ancora assessore, perché i consiglieri che vogliono la sua testa non trovano un’altra donna in sostituzione. Scalpita per entrare in Giunta da mesi Gianmaria Sgritta, capogruppo dei Centristi per l’Europa. Il partito senza assessori finora ha avuto incarichi di sotto governo. Alle riunioni Sgritta e Presutto hanno lasciato intendere a Cariello di volere un riconoscimento politico più importante. I consiglieri hanno detto che i rapporti con molti assessori sono azzerati. Rischia di uscire dalla Giunta l’assessore alla sicurezza De Caro. La sua poltrona è negli obiettivi di Corsetto e Salviati. Per ora solo il vicesindaco Di Benedetto è in posizione granitica. Gli altri devono provare di aver meritato la riconferma.