Home Attualità Montecorvino Rovella, al via i Progetti di Utilità Collettiva

Montecorvino Rovella, al via i Progetti di Utilità Collettiva

18
0
montecorvino rovella

Al via sul territorio di Montecorvino Rovella i tre Progetti di Utilità Collettiva (Puc) rivolti ai percettori del reddito di cittadinanza.
I progetti in questione prevedono attività di supporto alla polizia locale, attività di supporto in materia di manutenzione ed attività di supporto all’allestimento e alla valorizzazione dei luoghi della cultura.

Partiti ufficialmente i Progetti Utili alla Collettività (Puc) sul territorio di Montecorvino Rovella per 32 percettori di reddito di cittadinanza che hanno sottoscritto il Patto per il Lavoro per il centro per l’impiego territorialmente competente ed il Patto per l’Inclusione Sociale presso il Comune.
Un risultato importante per il Comune di Montecorvino Rovella, che risulta fra i primi in Campania ad aver avviato i Puc.
Questi i tre progetti nel dettaglio messi in campo dall’amministrazione comunale:

– Vigili-AMO: attività di supporto alla polizia locale per quel che concerne la vigilanza viaria negli orari di ingresso ed uscita degli alunni da scuola;

– Noi per l’Ambiente: attività di supporto in materia di manutenzione di aree pubbliche, quali giardini, aiuole e sentieri paesaggistici;

– Noi per la Cultura, Ubi Societas, Ibi Ius: attività di supporto all’allestimento e alla valorizzazione dei luoghi della cultura, in un percorso che parte dalla biblioteca, sita nel complesso monumentale del S. Sofia, e giunge alla sede degli uffici del Giudice di Pace, ex sede della biblioteca.

«Siamo orgogliosi di essere fra i primi in Campania ad aver avviato i progetti» afferma il sindaco, Martino D’Onofrio: «Grazie all’operato di tutti coloro che hanno sottoscritto il Patto per il Lavoro daremo ancora più dignità e decoro al territorio di Montecorvino Rovella, da Gauro a Macchia».
«Fare comunità, cogliendo le opportunità volte a tutelare il nostro patrimonio culturale rappresenta l’obiettivo dei progetti messi in campo – sottolinea l’assessore alla Cultura – e credo che con la specifica attività rivolta al settore culturale potremo dare gli input necessari per valorizzare le bellezze del territorio».

«Il supporto sul fronte ambientale da parte di nuove risorse – aggiunge il vicesindaco con delega all’Ambiente, Corrado Volpicelli – è fondamentale per chi come noi vuole migliorare la vivibilità del territorio tutto. La tutela dell’ambiente, in questo senso, rappresenta un passaggio fondamentale».
«I Puc – sottolinea l’assessore alle Politiche Sociali, Francesca Della Corte – rappresenta un momento importante di inclusione e di inserimento lavorativo. Il supporto fornito dai 32 operatori sul territorio garantirà un miglioramento dell’offerta dei servizi al cittadino».
«Un ringraziamento – conclude il consigliere comunale Davide Coralluzzo – va rivolto agli uffici preposti, che si sono attivati prontamente per fare in modo che questi progetti diventassero realtà».