Home Politica Pontecagnano, l’opposizione dopo il consiglio: “Dall’amministrazione atteggiamento scorretto”

Pontecagnano, l’opposizione dopo il consiglio: “Dall’amministrazione atteggiamento scorretto”

200
0
consiglieri opposizione

“Prendiamo atto ancora una volta dell’atteggiamento scorretto del sindaco e della sua amministrazione”.

Ad affermarlo i cinque consiglieri di opposizione Gianfranco Ferro, Isabella Mangino, Angelo Mazza, Francesco Pastore e Raffaele Silvestri dopo il consiglio comunale tenutosi nel pomeriggio di oggi. La minoranza ha deciso di partecipare alla discussione solo per quel che concerne l’interrogazione presentata dal consigliere Silvestri relativa ad alcune anomalie rilevate nel contratto stipulato con Sarim per quel che concerne la forniture delle buste per l’organico, prevista da un punto del suddetto contratto e mai applicata. Successivamente, in segno di protesta, i consiglieri hanno lasciato la seduta.

“La risposta all’interrogazione – spiegano i consiglieri – è stata a dir poco surreale. La capacità di mentire è ormai connaturata in questa amministrazione, che nel rispondere ha avuto il coraggio di citare un documento mai notificato e del quale si è venuto a conoscenza ad un anno di distanza. Un atteggiamento del genere oramai non ci meraviglia, anzi conferma la nostra idea rispetto all’incapacità dell’amministrazione di governare una città di 30mila abitanti. I sette consiglieri assenti in consiglio, fra cui uno di maggioranza, testimoniano la presenza di un dissenso al quale non si può rispondere con qualche post sui social. La crisi è già in atto”.