Home Cronaca Quattro arresti a Firenze: un prestito per agevolare il clan Cuomo di...

Quattro arresti a Firenze: un prestito per agevolare il clan Cuomo di Nocera

104
0
squadra mobile polizia rapina Salerno

Prestati circa 15 mila euro a una coppia in crisi per la pandemia, chiedendone indietro il doppio nel giro di pochi mesi.

Nuovi sviluppi nelle indagini della squadra mobile sul clan Cuomo, il gruppo criminale originario di Nocera Inferiore che in piena pandemia si è stabilito a Firenze col paravento di una pizzeria, coinvolto in un’inchiesta che nel settembre scorso ha portato a dieci arresti.

Altre 4 misure cautelari sono state eseguite questa mattina. Tre in carcere e una ai domiciliari.

Secondo le accuse, avrebbero preteso la restituzione dei soldi con minacce più o meno velate, tutto per agevolare il clan dei Cuomo. A fronte del denaro ricevuto nel mese di febbraio 2021, le vittime, una coppia residente a Firenze, con rispettive attività nel commercio e nell’artigianato edile, avrebbero dovuto restituire in pochi mesi 23.000 euro, con un tasso di interesse annuo pari a circa il 60%.

Sono stati gli investigatori della sezione criminalità organizzata, coordinati dal pm Leopoldo De Gregorio, a scoprire la vicenda, grazie alle cambiali e agli assegni dei due sequestrati nel corso delle perquisizioni del settembre scorso.

Agli atti anche alcune intercettazioni in cui gli indagati progettavano rappresaglie.

Le intercettazioni hanno documentato l’ambizione di radicarsi nella piazza fiorentina, prima con piccoli furti e truffe sui fondi Covid, poi allargando il raggio di azione agli stupefacenti e allo spaccio.

Le indagini della squadra mobile, guidata da Andrea Di Giannantonio, sono proseguite per mesi sulla base del materiale sequestrato e sono infine approdate anche all’usura.

Come richiesto dalla Procura, per i 4, il gip Antonio Pezzuti ha riconosciuto per tutti l’aggravante mafiosa.

comunicato stampa