Home Attualità Battipaglia, disagi servizio riabilitazione

Battipaglia, disagi servizio riabilitazione

55
0

Battipaglia, accuse sulle ferie al distretto 65, con a rischio la chiusura del servizio di riabilitazione.

Su un foglio A4 affisso sulle pareti del Distretto sanitario 65 si legge:”Si comunica che l’ ufficio Riabilitazione e protesica, per il ritiro e la consegna delle pratiche, resterà chiuso dall’ 1 al 31 agosto 2022″.

Lo hanno diffuso ieri i sindacalisti della Cisl Fp, contro le ferie imposte d’ufficio dalla direttrice. In una missiva il segretario Provinciale della Cisl Fp Alfonso Della Porta attacca: ” Oltre a non essere consapevole dello stato in cui versa la struttura che gestisce, continua a delegittimare i responsabili delle unità operative e a tediare gli operatori, dirigenti a cui va l’onere di poter garantire attraverso una pianificazione delle ferie, il diritto dei singoli lavoratori e le priorità operative per non sospendere l’attività prioritaria della riabilitazione”.

L’organizzazione sindacale ha chiesto alla dirigenza Asl la:” corretta applicazione della norma ed ha invitato la direzione strategica ad intervenire, per trovare una soluzione a tutela dell’utenza”. Se da una parte si assiste ad un accanimento: “nei confronti dei lavoratori, ma non tutti, d’altra si verifica che in maniera unilaterale e non condivisa – così Lorenzo Conte – Coordinatore Area Centro Sud per la CISL FP di Salerno -, la dirigente del distretto sta delegittimando la capacità organizzativa dei dirigenti di struttura” poi rincara la dose:” per la questione ferie, gli utenti si sono visti sospendere la possibilità di usufruire dei servizi della riabilitazione”.

La direttrice Marina D’Aniello su “La Città” ha risposto: “ho disposto di recuperare la metà dei residui di ferie del 2021 entro il 30 settembre, quando la legge, tra l’ altro, imporrebbe addirittura il 30 giugno. L’unità di valutazione dei bisogni riabilitativi non s’ è mai fermata. Dal primo settembre il ritiro e la consegna ripartiranno regolarmente, ho spostato un addetto della farmacia e s’occuperà del servizio due volte a settimana”.