Home Attualità Battipaglia, domani la mobilitazione per la Treofan

Battipaglia, domani la mobilitazione per la Treofan

6
0

Grande attesa per la mobilitazione di domani in piazza Amendola a sostegno dei lavoratori della Treofan di Battipaglia.

La manifestazione comincerà alle 9.30 e vedrà la partecipazione di rappresentanti delle istituzioni e rappresentanti sindacali, che interverranno sul palco allestito per l’occasione.

Una mobilitazione per far sentire la vicinanza di Battipaglia degli oltre 70 lavoratori dell’azienda, a rischio dopo l’acquisizione da parte della Jindal. Il tutto in attesa della presentazione, da parte della multinazionale indiana, del piano industriale, prevista per il 24 gennaio.

L’INTERVENTO DI CONFAGRICOLTURA

“Viene meno un altro pezzo importante della nostra economia provinciale e tutto ciò si ripercuoterà gravemente sull’intera economia provinciale.” Queste le parole del presidente di Confagricoltura Salerno, Antonio Costantino ha espresso nel corso del recente consiglio dei dirigenti dell’organizzazione agricola per sensibilizzare tutti i più importanti imprenditori del settore a farsi parte
diligente nella mobilitazione indetta per domani. “Voglio sottolineare – ha proseguito il presidente Costantino – che quanto sta accadendo nello stabilimento Treofan di Battipaglia rappresenta un offesa alla dignità delle persone e da imprenditore che rappresenta gli imprenditori non posso che comunicare tutto il mio biasimo verso la mancanza di etica e di morale che sembra contraddistinguere i vertici indiani dell’azienda”.

“Mi auguro – ha proseguito – che a fronte della mobilitazione forte che l’intera cittadinanza Battipagliese sta già manifestando da diverse settimane per scongiurare la perdita dei circa cento posti di lavoro diretti, senza considerare poi il danno che deriverà all’intero indotto, compreso quello agricolo ed in assenza di una causa effettivamente giustificante un comportamento così devastante, i vertici aziendali si rendano effettivamente conto del danno enorme che stanno per arrecare ad un’intera comunità e si ravvedano nella loro decisione che vista così appare davvero
sconsiderata”.