Home Attualità Battipaglia, via Indipendenza: nuovo esposto residenti, per incuria e degrado

Battipaglia, via Indipendenza: nuovo esposto residenti, per incuria e degrado

183
0
Degrado di via Indipendenza Battipaglia
Degrado di via Indipendenza Battipaglia

Sono 261 i cittadini firmatari di una richiesta di interventi per “incuria e degrado in via Indipendenza, a Battipaglia”. L’esposto è
stato inviato alla sindaca Cecilia Francese, assessore competente, consiglieri ed uffici preposti. Si continuano a presentare richieste:
“è il venticinquesimo”, come spiega il legale rappresentante del Comitato Civico e Ambientale, Cosimo Panico: “A nome dei cittadini residenti
di via Indipendenza e zone limitrofe, già firmatari di molti esposti, inviati presso l’Ente comunale di Battipaglia, il primo in data 19 agosto 2009, parte di essi all’ex sindaco Santomauro, amministratori e tecnici preposti. Ultimi esposti all’Amministrazione comunale, al sindaco Cecilia Francese; in data 19 luglio 2016, 02 febbraio e 06 aprile ed 11 luglio 2017, 26 marzo e 18 agosto2018”.

I residenti si legge nell’ennesima nota sono: “amareggiati, sfiduciati, innanzitutto persone anziane con difficoltà nel camminare, dovuti a marciapiedi con pavimentazione sconnessa con avvallamenti, illuminazione elettrica obsoleta, vecchia di oltre 60 anni. Di sera a chiusura dei negozi, tratti di strada restano al buio, con rischio di cadute accidentali”.Ed ancora Panico nella sua missiva all’ente comunale snocciola gli altri disagi di via Indipendenza:”

L’asfalto dissestato, mancano a tratti gli scoli per far defluire l’acqua piovana, pozzanghere per il mancato riassorbimento dell’acqua.

Via Indipendenza nel pieno centro di Battipaglia, confinante con la ex scuola De Amicis. Da precisare che già 9 anni fa via Indipendenza
figurava nei piani triennali delle opere da risanare ma puntualmente, ne veniva estromessa”. I residenti sono contribuenti, sottolinea Panico:
“al pari degli altri cittadini, ma in cambio ricevono soltanto disservizi, incuria e invivibilità. A tutt’oggi, solo prese in giro.

I cittadini non ricevono i servizi dovuti, in riguardo ai costi dei tributi che paghiamo” infine la richiesta: “un incontro urgente, per
conoscere i tempi di inizio lavori in modo da poter dare finalmente vivibilità al nostro degradato territorio battipagliese. I cittadini fanno richiamo continuamente al senso di responsabilità di chi governa questa città”.

Piazza Risorgimento: la denuncia