Home Attualità Cameriere di sala, una professione in forte ascesa e sempre più richiesta

Cameriere di sala, una professione in forte ascesa e sempre più richiesta

42
0
Cameriere

Fino a poco tempo fa il cameriere era una figura sottovalutata, considerato come un lavoretto stagionale o da svolgere come part-time per arrotondare.

Oggi invece la professione è stata fortemente rivalutata, soprattutto per la grande importanza a livello strategico che svolge all’interno di bar, ristoranti, hotel, B&B, agriturismi ed in generale qualsiasi attività ristorativa.

L’ascesa della figura del cameriere dipende anche dal miglioramento delle paghe e delle condizioni lavorative. Questa figura può percepire uno stipendio che oscilla tra i 10.000 ed i 30.000 euro all’anno.

Molto dipende dal luogo di lavoro, dal ruolo ricoperto, dalle responsabilità e dalle competenze acquisite.

Questa occupazione, oltre ad offrire uno stipendio più che dignitoso, assicura anche buone possibilità di crescita a livello professionale.

Chi ha maturato una lunga esperienza come cameriere, può tranquillamente ambire a diventare responsabile di sala, che garantisce stipendi molto soddisfacenti e remunerativi.

Al normale stipendio vanno poi aggiunte anche le mance, un’entrata extra non di poco conto.

Le competenze richieste sono molto ampie e possono variare da attività ad attività.

In un albergo ad esempio, o anche in una località frequentata da molti turisti stranieri, rappresenta sicuramente una nota di merito parlare una o due lingue straniere.

Sono poi richieste una serie di competenze, suddivise tra hard skills e soft skills.

Per poter fare questo lavoro è opportuno aver conseguito un diploma presso un istituto alberghiero, seguito preferibilmente da un percorso di studi approfondito e corsi di specializzazione.

Sono infatti fondamentali determinate nozioni basilari di alimentazione, ma anche conoscere le normative che regolamentano l’igiene e la sicurezza nei locali.

Al cameriere non è richiesto unicamente di portare i piatti a tavola. Deve infatti interfacciarsi con i clienti, spiegando la provenienza degli alimenti, illustrando gli ingredienti delle pietanze, fornire suggerimenti sul miglior accostamento dei vini ed anche informarsi su eventuali allergie o intolleranze.

Ed ancora al cameriere sono richieste diverse abilità trasversali, come capacità relazionali, problem solving, organizzazione e resistenza allo stress.

Proprio perché le competenze richieste sono sempre più specifiche e settoriali, talvolta per le attività risulta complicato trovare una figura adeguata.

Il cameriere rappresenta l’azienda per la quale lavora ed in alcuni casi è l’unico contatto con il cliente. La selezione è quindi fondamentale e, proprio in questo contesto, è nato il sito camerieri.it.

Digitando cerco lavoro come cameriere sui motori di ricerca tra i primi risultati comparirà proprio questa piattaforma, che rappresenta un validissimo alleato tanto per le persone in cerca di un’occupazione, quanto per le attività di ristorazione che hanno bisogno di personale qualificato.

La piattaforma presenta un’interfaccia molto intuitiva. I titolari di bar e ristoranti, dopo aver inserito il ruolo ricercato e l’area geografica, possono accedere ad una lista completa delle figure che corrispondono alla ricerca.

I candidati vengono invece aggiornati su tutte le offerte lavorative in linea con le loro competenze, abilità e conoscenze.