Home Attualità Eboli, dalla Regione fondi per la “Roberto Cuomo Onlus”

Eboli, dalla Regione fondi per la “Roberto Cuomo Onlus”

13
0
ROBERTO CUOMO ONLUS

Fondi dalla Regione Campania per l’associazione Roberto Cuomo Onlus.  Importante riconoscimento per il progetto “Dino Pulmino Amico”.

Partito quattro anni fa, il minibus dell’associazione ha aiutato venti famiglie all’anno a raggiungere i centri di cura per i propri parenti affetti da patologie oncologiche o da altri problemi di salute. “Siamo stati a Roma e a Genova, ma anche a Napoli e Rionero in Vulture- racconta Vito Cuomo, presidente dell’associazione Roberto Cuomo onlus-. Abbiamo accompagnato pazienti a Pozzilli, in Molise, e in altri centri specialistici italiani. L’obiettivo della nostra missione di solidarietà è di aiutare, chi è privo di un’auto, a raggiungere i propri medici di fiducia, gli specialisti più qualificati, i reparti più attrezzati”.

In una società che si muove su gomma e su rotaia a velocità vorticosa, la Onlus ebolitana ha offerto un servizio a chi non aveva una soluzione per spostarsi da casa e raggiungere gli ospedali di riferimento. Venti famiglie all’anno sono giunte nei nosocomi specialistici, per le cure periodiche legate alle rispettive patologie. “Ogni paziente ci ha raccontato una storia di dolore ma anche di speranza. Riempire i loro cuori di certezze, assisterli in giornate cariche di ansia e di attesa, vivere con loro i momenti antecedenti un consulto medico decisivo, una visita importante, un incontro di speranza, è stata un’esperienza entusiasmante- conclude Cuomo- Vogliamo ringraziare la Regione Campania che ha creduto nel progetto “Dino Pulmino Amico”, vogliamo ringraziare le comunità parrocchiali e i preti, nostri primi partner, gli enti pubblici che ci hanno affiancato in questi anni, aiutandoci a crescere e ad affiancare persone in precarie condizioni di salute che con dignità e garbo ci hanno chiesto aiuto. Il loro sorriso è la nostra più grande soddisfazione. La certezza di “sentire” noi come una seconda famiglia, come un supporto essenziale, sono state le emozioni che abbiamo raccolto in questi anni, facendo tesoro di un’esperienza meravigliosa”.