Home Attualità Crisi settore turistico, Confesercenti chiede lo stato di calamità

Crisi settore turistico, Confesercenti chiede lo stato di calamità

5
0

La Confesercenti Salerno ha inviato una richiesta di stato di calamità per il settore turistico al Presidente della Giunta Regionale della Campania.

Questo il testo della missiva:

“Quella che sta volgendo al termine è stata certamente una estate turistica caratterizzata dalle condizioni meteo avverse. Migliaia le disdette last minute che hanno comportato disagi e mancati introiti per le aziende turistiche regionali che vivono anche del cosiddetto turismo di prossimità e comunque legato alle gite fuori porta ed ai week-end della bassa e della media stagione turistica.

Non si registrava da anni un Agosto con pioggia e temporali compreso il ferragosto, ogni 48 ore. Per le migliaia di imprese del turismo e del commercio che indubbiamente vivono meglio, molto meglio, economicamente se legate a condizioni meteo-marine ottimali, questa situazione che perdura costantemente dal mese di Giugno ha rappresentato un vero e proprio flagello. Proprio per questo, spiegano i vertici regionali della Confesercenti rappresentati dal Presidente Regionale Vincenzo Schiavo ed il Vice Presidente Regionale Raffaele Esposito, non abbiamo esitato un istante nel formulare una richiesta di stato di crisi al Presidente Della Giunta regionale On. De Luca per venire incontro a quelle che sono le lamentele e le preoccupazioni di tanti imprenditori e relative famiglie che questa estate hanno faticato, e continuano a farlo confidando in una discreta coda d’estate, per far quadrare i propri conti.

Confidiamo, continuano i vertici Regionali, in una pronta ed adeguata risposta delle istituzioni ed in un’ampia condivisione del provvedimento, mai come in questo momento il settore turistico, quello balneare e quello del commercio hanno bisogno di una grande iniezione di fiducia e vicinanza a tutti i livelli.

Siamo vicini, concludono i vertici di Confesercenti, ai tanti imprenditori che ci hanno chiesto tutela e sostegno e faremo tutti gli sforzi necessari per venire incontro alle loro difficoltà.

Siamo da sempre propositivi e collaborativi con le istituzioni e ribadiamo fin da ora la nostra totale volontà e disponibilità, su base regionale e provinciale, al dialogo ed alla concertazione con l’Ente Regione Campania per favorire le migliori condizioni di crescita e sviluppo alle imprese turistiche della nostra stupenda Regione Campania”.

Stando ai dati, le imprese turistiche, in particolare gli stabilimenti balneari, hanno visto ridotto l’afflusso turistico di circa il 35% (rispetto all’afflusso turistico della stagione 2017) su tutta la regione Campania, ed in particolare nel Cilento e su tutto il litorale Domitio, vi sono stati veri e propri diluvi con piogge intense per quasi tutto il mese di agosto. Molti operatori ci hanno segnalato di aver stimato danni superiori ai 100mila euro euro per allagamenti delle strutture ed altri danni.