Home Attualità BATTIPAGLIA, BASTA RIFIUTI: IL NO DEL CONSIGLIO COMUNALE

BATTIPAGLIA, BASTA RIFIUTI: IL NO DEL CONSIGLIO COMUNALE

6
0
Eliano Servizi ImmobiliariMcDonald's - WinterDays 2021

Un secco no all’ottavo sito di trattamento dei rifiuti è il risultato dell’infuocato Consiglio comunale monotematico, privo di aria condizionata e pazienza, andato in scena sabato mattina a Palazzo di Città a Battipaglia. Numerosi i cittadini intervenuti, spazientiti dall’immobilismo istituzionale in contrasto ai miasmi notturni, di cui si parla da tempo, e per la tossicità dei quali aumenta la preoccupazione. L’assise ha ascoltato alcuni dei battipagliesi intervenuti e ha approvato una mozione che, fra le altre cose, si oppone alla conversione dello Stir battipagliese per un impianto di compostaggio, concordato dai commissari con la Regione per un finanziamento di 9milioni 600mila euro, che accoglierà circa 35mila tonnellate di rifiuti annui. Anche sull’impianto di Eboli, comunque, non sono mancate polemiche da maggioranza ed opposizione per presunte irregolarità, poste all’attenzione dei carabinieri del Noe, nonostante Massimo Cariello e i suoi continuino a decantarne le lodi. L’assessore all’ambiente, Stefania Vecchio, ha relazionato gli interventi effettuati finora dall’amministrazione per venire a capo della situazione miasmi: Noe a parte, sono otto i punti, che partono dalla mappatura del territorio, passando per i sopralluoghi, fino alle segnalazioni ad Arpac, Provincia, Regione e Procura della Repubblica. Come dimostrerebbe il calo delle emissioni in questi giorni di controlli, secondo l’amministrazione, la mancata osservanza delle prescrizioni sarebbe la vera causa degli odori nauseabondi.