Home Attualità BATTIPAGLIA, PRIMO SOCIAL SUPERMARKET – IL LOCALE SOTTRATTO ALLA CAMORRA

BATTIPAGLIA, PRIMO SOCIAL SUPERMARKET – IL LOCALE SOTTRATTO ALLA CAMORRA

81
0

Dopo mesi di impantanamenti burocratici, si è portato a termine l’iter per l’aggiudicazione dei locali confiscati alla camorra in via Belvedere. Un bene sottratto alla criminalità organizzata darà la possibilità a persone espulse dal mondo del lavoro di rientrare nel circuito. L’ex supermercato in località Belvedere sarà il primo Social Supermarket di Battipaglia. Ad aggiudicarselo l’associazione temporanea di scopo costituita da Legambiente Circolo Vento in Faccia, La Rada Consorzio Cooperative Sociali S.C.S., Associazione Comunità Emmanuel Onlus, Associazione di Volontariato Ujamaa Onlus. Ieri, presso l’ufficio tecnico del Comune, alla presenza dell’assessore alla legalità Laura Toriello e quello al patrimonio Stefania Vecchio, si è firmato il contratto di assegnazione a titolo gratuito; lunedì la consegna del bene confiscato ad Antonio Campione. “È un segno concreto della volontà del Comune di ripristinare legalità e trasparenza”, ha commentato la sindaca Cecilia Francese. “La società si riappropria di un immobile confiscato – ha detto l’assessore Toriello – e, per varie persone, dell’occasione per perdere lo status di emarginato e rientrare nel mondo del lavoro, riqualificando un quartiere periferico come Belvedere”.