Home Attualità Battipaglia, rifiuti in strada: multe salate

Battipaglia, rifiuti in strada: multe salate

123
0

A Battipaglia per il conferimento errato dei rifiuti sono state elevate 3700 euro di sanzioni.

Prosegue il lavoro di controllo dell’ amministrazione sul corretto conferimento dei rifiuti, dopo il cambio della raccolta in vigore dallo scorso 25 luglio.

Nell’ ultimo mese, le guardie ambientali hanno elevato ben 3.700 euro di sanzioni, in aumento rispetto al mese di luglio, quando le multe si erano fermate a 2.400 euro.

Se a luglio le guardie, salvo i casi più gravi, si erano limitate a un richiamo dei trasgressori, ad agosto chi aveva già ricevuto un avvertimento è stato sanzionato senza pietà.Così, per 1.700 euro sono stati multati coloro i quali non hanno rispettato le nuove norme di differenziazione dei rifiuti.

La restante parte delle sanzioni elevate, pari a 2.000 euro, sono invece le multe comminate per l’ abbandono di rifiuti sul territorio comunale.

Un problema annoso quello delle micro- discariche, che al netto delle sanzioni,l’amministrazione sta provando a contrastare attraverso la sorveglianza realizzata attraverso telecamere a circuito chiuso. A giudicare dalle sanzioni, però, la problematica resta, anche perché in alcuni casi i sistemi di telecamere per il controllo ambientale, benché già installate, sono ancora oggetto di lavori.

Per questo, l’attività di controllo è febbrile. Già nelle scorse settimane, la polizia locale guidata dal comandante Gerardo Iuliano aveva proceduto al controllo delle attività di ristorazione e vendita, sanzionando alcune di esse per errato conferimento o per mancata differenziazione dei rifiuti.

A luglio considerando il cambio di raccolta dei rifiuti, che già aveva provocato non pochi problemi, le guardie ambientali e la polizia locale si erano concentrate principalmente su controllo di coloro che abbandonavano deiezioni canine.

Un altro problema di difficile risoluzione per la città, dove molti marciapiedi anche del centro, risultano invasi d escrementi non raccolti da incivili padroni di animali.