Home Attualità Coronavirus 1147 positivi in Regione: De Luca intervine sul primo caso ...

Coronavirus 1147 positivi in Regione: De Luca intervine sul primo caso Omicron

193
0
DE LUCA PRESENTA POLO OSPEDALIERO
botteghe d'autore

Sono 1.147 i nuovi contagi per Covid-19 in Regione Campania. Il dato emerge dall’analisi di 29.578 tamponi. I deceduti sono 2 nelle ultime 48 ore ed 1 in precedenza ma registrato ieri.

Tiene banco in questi giorni l’aumento dei positivi tra gli alunni con età dai 5 agli undici anni. A breve ci sarà il vaccino anche per questa fascia di età. Nel mentre si discute specie in Campania se dover far partire dal 9 dicembre la didattica a distanza per contenere la pandemia.Nel salernitano nella giornata di ieri sono stati riscontrati 200 test positivi.

Ad Eboli continuano i tamponi e le quarantene nella scuola centrale della città. Alla Vincenzo Giudice ( Borgo) 2 terze classi e una quinta presentano casi di Covid al loro interno. Risultati positivi alcuni bimbi ed insegnanti. La vicaria Annamaria D’Alessio ha attivato tutte le procedure, anticipandole anche in alcuni casi, attivando la dad anche per pochi giorni.

Il livello di emergenza che si sta vivendo è molto alto anche alla luce della variante africana che sembra attecchire anche su chi si è vaccinato. La migliore difesa è senza dubbio
l’immediatezza nelle informazioni. “Vorremmo maggiore chiarezza – dicono le mamme delle altre classi – capire realmente come stanno le cose per poter decidere magari di tenere i bimbi
a casa per qualche giorno”. Al momento comunque la situazione sembra ancora essere sotto controllo e questa mattina tutti gli alunni e docenti della quinta si sottoporranno al tampone,
in attesa del quale resteranno in dad. In relazione al professionista Casertano vaccinato con doppia dose, che ha contratto l’omicron tornato dal Mozambico giorni addietro, con una nota della Regione Campania viene precisato che con lui, sono risultati positivi alla nuova variante B.1.1.529, anche la moglie e i suoi due figli.

Il sequenziamento in tempi rapidi è stato possibile grazie a strumenti che con tecnologia NGS, di cui è dotato il laboratorio del Ospedale Cotugno, che consentono di processare e valutare il genoma virale in toto nel giro di 24 ore.​ I 4 pazienti non presentano sintomi rilevanti a conferma dell’azione prodotta dal vaccino. “Esprimiamo apprezzamento – ha dichiarato il Presidente De Luca – per il personale altamente qualificato del Cotugno che ha completato il sequenziamento. Seguiremo con la massima attenzione questo caso con grande attenzione al tracciamento”. Ed infine: “Anche questo episodio ci invita ancora una volta a completare tutti il ciclo di vaccinazione e ad avere comportanti ispirati alla massima prudenza, a cominciare dall’uso della mascherina con il massimo controllo da parte delle forze dell’ordine e delle polizie municipali, anche sanzionatorio”