Home Attualità Covid-19, sono 2650 i positivi in Regione Campania

Covid-19, sono 2650 i positivi in Regione Campania

83
0
botteghe d'autore

Ieri i positivi riscontrati al Coronavirus in Regione Campania sono 2.650 su 49.957 tamponi analizzati. Invece sono 7 i deceduti nelle ultime 48 ore. Numeri che di certo sono alti ed in aumento e che in vista delle festività natalizie preoccupano gli amministratori. Il presidente Vincenzo De Luca nella sua ultima ordinanza ha predisposto dei divieti per arginare l’amento del virus. Come lo svolgimento di feste ed eventi consimili in sale da ballo, discoteche e locali assimilati. Resta consentito il solo svolgimento di pranzi o cene, nel rispetto dei protocolli vigenti, nonché di altri eventi esclusivamente in forma statica, con posti seduti e preassegnati e con obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata dell’evento. In relazione alla crescita dei contagi registrati nelle ultime tre settimane e segnalata dalle autorità sanitarie, con particolare incremento relativo alle fasce di età giovanili, si sono rese indispensabili misure di contenimento e di divieto di feste al chiuso con particolare riferimento a feste scolastiche, feste di laurea, di compleanno e simili.Sempre De Luca, ricorda inoltre che in Campania l’uso delle mascherine anche all’aperto, che viene introdotto in altre regioni, è rimasto obbligatorio per tutto l’anno, anche nei mesi estivi. Si sollecita un controllo, anche con sanzioni, che per ora “è rimasto assolutamente inadeguato, da parte delle forze dell’ordine e delle polizie municipali”. Intanto proseguono gli open day per la terza dose, e ci sono difficoltà in quanto tanta gente si presenta nelle sedi di vaccinazione. Quello accaduto ieri a Giffoni Valle Piana è la dimostrazione lampanate. Infatti al centro vaccinale di Giffoni Valle Piana, si è creata una vera e propria ressa davanti ai cancelli per la vaccinazione della terza dose. Dai primi riscontri il presidio aveva solo trecento dosi, ma in tantissimi si sono presentati per avere l’inoculazione. Quindi si è creato anche assembramento con i carabinieri ed i volontari delle associazioni che hanno cercato di far allontanare le persone e far rispettare la fila per entrare nel centro vaccinale.