Home Attualità PONTECAGNANO, EX TABACCHIFICIO: SOSPESO LO SGOMBERO

PONTECAGNANO, EX TABACCHIFICIO: SOSPESO LO SGOMBERO

43
0
Eliano Servizi Immobiliari

Sono state sospese le ordinanze di sgombero per sette famiglie alloggiate nell’ex tabacchificio Centola a Pontecagnano Faiano. Lo ha deciso il giudice della prima sezione civile del Tribunale di Salerno, Giuseppe Fortunato, sospendendo l’esecuzione delle ordinanze, poiché l’autotutela amministrativa sugli immobili del Comune può essere esercitata solo in riferimento a beni del patrimonio indisponibile e a quelli demaniali. Ai sensi della disciplina regionale, è ammissibile il rilascio in via amministrativa ai soli beni di edilizia residenziale pubblica. Il Comune avrebbe dovuto percorrere un’altra strada. La sentenza lo chiarisce, affermando che “allo stato l’adozione dell’ingiunzione non è legittima”, ma resta ferma la possibilità di “ottenere la medesima utilità in assenza di ruolo da parte degli occupanti”. Le sette famiglie abitano nell’ex tabacchificio da oltre 20 anni e sono occupanti senza titolo. L’avvocato Mariagrazia Rosamilia, nel ricorso al giudice, aveva stigmatizzato che le ordinanze erano adottate in violazione della legge 267 del 2000, viziate da eccesso di potere.