Home Attualità Rifiuti dalla Tunisia a Persano: fino al 18 marzo restano al porto

Rifiuti dalla Tunisia a Persano: fino al 18 marzo restano al porto

155
0
Salerno container con Rifiuti Tunisia

L’indiscrezione è che fino al 18 marzo resteranno nel porto di Salerno i containers provenienti dalla Tunisia che, di fatto, li ha rispediti in Campania. Sono 213 container di rifiuti stoccati e sequestrati al porto di Sousse e che, stando a quanto emerso, sarebbero stati manomessi e ci sarebbero diversi rifiuti che, invece, non appartengono alla Sra che, di recente, ha lanciato l’ allarme sull’ inquinamento ambientale prodotto dagli stessi e sul rischio di far scoppiare una bomba ecologica. L’arrivo in Italia è avvenuto il 21 febbraio, adesso sono ancora al porto di Salerno e resteranno lì almeno fino al 18 marzo quando ci sarà il presunto trasferimento a Persano, nell’area militare che accoglie già le ecoballe ed è lì che probabilmente saranno stoccati e caratterizzati, come disposto dalla Regione Campania. Circa 33 saranno utilizzati per l’ operazione di caratterizzazione per capire il tipo di rifiuti e l’ ipotetica pericolosità degli stessi. Le operazioni di stoccaggio, invece, saranno eseguite in un impianto fuori regione. Intanto, si è svolta la seduta della Commissione Trasparenza e Controllo della Regione Campania, convocata dal Consigliere Nunzio Carpentieri, per approfondire la delicata vicenda dei 213 container di rifiuti stoccati e sequestrati nel porto tunisino. All’audizione ha preso parte il presidente della Provincia, Michele Strianese, unitamente al vicepresidente della Regione Fulvio Bonavitacola, ai sindaci dei Comuni di Serre, Battipaglia, Eboli, Campagna e Altavilla Silentina e ai funzionari regionali della struttura che si occupa di ambiente e rifiuti. I residenti restano pronti alle manifestazioni di sostegno, con il supporto dei sindaci e delle amministrazioni della Piana del Sele che agiranno per vie legali per evitare l’arrivo a Persano dei containers.