Home Attualità Scuola, la Regione risponde al Tar: “Ricoveri raddoppiati”

Scuola, la Regione risponde al Tar: “Ricoveri raddoppiati”

34
0
DE LUCA PRESENTA POLO OSPEDALIERO
botteghe d'autore

La Regione Campania ha presentato questa mattina al Tar Campania la documentazioni richiesta all’Unità di Crisi in relazione all’ordinanza 1 del 7 gennaio 2022, attraverso la quale si sospende l’inizio delle attività scolastiche in presenza degli studenti campani (medie, elementari, scuola infanzia e nidi) fino al 29 gennaio.

Il Tar aveva chiesto alla Regione i dati secondo i quali si sarebbe reso necessario il ricorso alla dad.

“Nessuna violazione del decreto legge n.111/2022 – si legge nei documenti inviati da Palazzo Santa Lucia – risultando provata una condizione di eccezionale e straordinaria necessità attestata, tra l’altro, da Rt di ospedalizzazione pari a 1,78, che indica il raddoppio dei ricoveri Covid in arco settimanale; esaurimento posti letto pediatrici Covid, nella regione con popolazione più giovane d’Italia; blocco già decretato delle attività sanitarie di elezione; previsione di certo esaurimento di posti letto di degenza Covid nel breve periodo in mancanza di misure immediate”.

“In caso di sospensione dell’ordinanza – si legge ancora nel documento della Regione – vi sarebbe un danno irreparabile per la popolazione giovanile data la previsione del picco dei contagi per fine gennaio, in presenza di una bassissima percentuale di vaccinazione sotto i 12 anni”.