Home Cronaca Eboli, controlli per miasmi e mosche

Eboli, controlli per miasmi e mosche

184
0

Ieri mattina ad Eboli controlli per evitare miasmi e mosche. A renderlo noto con un post sulla sua pagina facebook, il sindaco Mario Conte.

Il cattivo odore si è diffuso tra venerdì e sabato sera. Ai miasmi forse di letame, si sono aggiunte le mosche. L’ allarme è stato lanciato da Fontanelle- Grataglie, i due quartieri più martoriati negli ultimi vent’ anni da scarichi illegali.

Di fronte alla protesta social, ieri mattina sono scesi in campo il sindaco Mario Conte e i vigili urbani. Controlli sulle micro discariche e sulle aziende in collina sono stati effettuati in diverse aziende agroalimentari ed avicole.

Alle prime ore del mattino di domenica, in collaborazione con il comandante della Polizia Municipale Mario Dura e l’Assessore Antonio Corsetto , il Sindaco Mario Conte, ha svolto dei controlli per quanto concerne gli odori nauseabondi che da un paio di sere si avvertono in città, anche in pieno centro.

“Abbiamo perlustrato il territorio ebolitano, al fine di trovare micro discariche e sversamenti illeciti. I controlli hanno interessato in particolare la zona di Grataglie e Lampione Alto. Nelle prossime ore saranno disposti controlli tecnici più approfonditi, per reprimere una volta per tutte attività non conformi e far cessare le esalazioni maleodoranti che la notte scorsa hanno invaso la città”.

L’ assessore Corsetto ha aggiunto:”Stiamo controllando tutte le autorizzazioni, le comande e le fatture relative agli smaltimenti di feci zootecniche e di residui di lavorazione.Chiederemo alle aziende le ricevute delle ditte che intervengono per gli smaltimenti e per le disinfestazioni per evitare il proliferarsi di insetti. Oltre ciò controlleremo, anche personalmente,le fasi delle lavorazioni degli scarti”.

La risposta dei cittadini non si è fatta attendere: “Spero che durante i controlli non vi siano saltati gli ammortizzatori e abbiate potuto constatare la pericolosità di una strada trafficata da autobotti e autocisterne di diverse tonnellate”.

I residenti di Grataglie chiedono poi a Conte: “La derattizzazione e la disinfezione contro mosche e zanzare, oltre a migliorare le strade del rione”.